Ma dal momento che nessun essere umano può rivelarsi all’ altezza di aspettative così grandiose, poco alla volta il tuo partner border ha cominciato a sentirsi molto deluso da te e a provare un profondo risentimento nei tuoi confronti per le sue aspettative disattese ( e la frustrazione provata per il mancato soddisfacimento delle sue aspettative gli ha risvegliato il vecchie ferite, facendolo sentire sempre più arrabbiato e abbandonato). vorrei sapere se sulla base di queste cose io posso fare qualcosa per me stesso e se lei ha lineamenti di questo disturbo… grazie. E se le dico che ora ha cambiato immagine del profilo e forse sta con un altro? Ciao Mary e ciao Angy, io mi rispecchia nelle parole scritte da tutti e due voi. Ne seguì un periodo idilliaco ( che sempre segue il nostro ricongiungimento, quando lei torna da me).. Purtroppo la mia ingenuità fu ripagata con minacce e una crisi di nervi e una scampata denuncia quando ella venne a sapere che i miei amici la consideravano una presenza malsana per come si comportava con me ( cosa che le era ben nota sin da prima). So bene che non è stata colpa mia es le cose sono andate come sono andate, credetemi, so di non aver fatto nulla di sbagliato e so anche che quelle parole le ha pronunciate in preda ad uno stato emotivo profondamente alterato. Mi domando, in sincerità, Quanto davvero resistere ( per poi spingerla non so con quale strategia alla terapia) sia davvero un atto producente, un sacrificio utile, un gesto d’amore e non una tortura infruttuosa per lei e me? Oggi – a distanza di circa 1 anno da quando ci siamo lasciati – dopo che mi sono sforzato di avere altre relazioni , dopo che mantengo con lei solo comunicazioni per i bambini, dopo che ho studiato a fondo l’argomento , mi rendo conto che ne sono ancora innamorato…o “innamorato”…non so. Avendo avuto questa brutta esperienza con questo medico a chi posso rivolgermi? Matta lucida da legare.basta. La mia collega me la presenta attraverso quel canale virtuale e subito dopo io e Maria iniziamo a comunicare con una crescente e inconsueta intensità per me, specialmente in orario di lavoro: lei mi trovava “un bel tipo da conoscere assolutamente”, a suo dire. Adesso lei ha un’altra relazione con il tizio in questione. A breve scriverò un articolo che spiega che cosa è il disturbo borderline di personalità. Quello che lei Drssa ha scritto è la sua descrizione precisa. Dopo un mese di grande partecipazione e amore cominciano ad accadere cose strane: lei ha spesso scatti di ira immotivati, dice e scrive cose squilibrate salvo poi pentirsi e chiedermi scusa. Grazie, jsdchtml3(' apsº ntadlru-a"=rof¦¦mutrela4¦818794¦02704lc "sa"=sop-fatsela- trtb-fa-nurof-fa mntbrof-mul--"leba ¹ napsºc ssaltca"=noirap-ne¹"tangeSalps¦º¹na psº lc nassafa"=p-tsorela--tuser tleddih"narG¹p eiz ret alaues alangizºenops¦ ¹na º naps¦¹', 'af_jsencrypt_141')jsdchtml3(' sº napsalc =s-fa"-tsopsna rewfatb-rof-nmu-fa ntburof--mirp- yram-falper-ygiroc thnnetcesUdnOsreylad "rh-at=feof¦"uri¦mrob-lednilrl-eaicsad-evvadf-or8740281a#p-f4-tso87028194-a,704sn-rewer,otaol ¹"d psº naalc =ssitca"norap-¹"tnesiRdnopºips¦ ¹na º ps¦¹na', 'af_jsencrypt_142'). A parole dice che gli va bene ma nei fatti dimostra il contrario. Credo che proteggersi cancellando il numero sia la soluzione migliore, gentile dottoressa è proprio vero! Ai tempi della separazione A. era ai primi anni delle scuole superiori. Una borderline infatti non riesce a stare 26 anni con la stessa persona. Semplicemente la sua ragazza ha accumulato molto risentimento nei suoi confronti, qualcosa di è rotto in lei e si è disinnamorata. Non menzionero’ la malattia, parlero’ solo di me come inadeguato e di problemi pratici. La mia rabbia non è stata minimante capita provocando parole atroci della serie: “guarda che ho un altro sputo pronto, guarda che ti faccio male, fai schifo, non hai mai visto la bestia che c’è in me e stai rischiando) al che me ne sono andata dicendogli di vergognarsi. Purtroppo lei mi sembra molto poco consapevole delle sue problematiche e temo che con questi presupposti ci sia poco da fare.. Ciao Fabio, La maternità può mettere a dura prova una donna il cui equilibrio psicologico è già fragile e instabile. Lei pensava solo a quell’aspetto del nostro rapporto. Oggi so che in una coppia ci deve essere equilibrio, e che ho diritto a una persona che mi faccia star bene e ad esprimere liberamente le emozioni. Il marito dunque a fine maggio 19 passa dalle minacce ai fatti e dopo avermi accostato minacciando di spararmi, tenta di investirmi colpendo invece la mia auto per miracolo. Fulmine a ciel sereno vengo a sapere da lei che avrebbe tentato il suicidio. Sono esausto e disperato, mi creda. Per farla breve.. Tentativi di riavvicinarmi inutili.. Lei come soggiogata da sto tipo.. Rifiuta ogni mio avvicinamento finché nn mollo e decido di frequentarr altra Ragazza. Lei non ha rifiutato aiuto a una persona malata, anzi credo che lei abbia fatto tutto il possibile, ma è lui che rifiuta di farsi aiutare. Mi puo’ aiutare ad indentificare la migliore strategia per minimizzare il rischio di reazioni spropositate? Lei va su tutte le furie, mette giù per richiamarmi che dovevo andarla a prendere perchè il marito stava chiamando carabinieri e ambulanza per un TSO, poi silenzio e poi mi chiede di raggiungerla per parlare. Ad oggi mi dice di sentirsi un’altra persona rispetto a quella di anni prima, vuole stare sola, non ce la fa a occuparsi della famiglia, ma è tormentata dai sensi di colpa, intrappolata in un vortice mentale di negatività che influisce anche con peggioramenti sulla sua malattia che peraltro in questi anni nessun immunosoppressore è riuscito a guarire. Mi ha lasciato in un momento difficile della mia vita tra tanti problemi e dovevo anche fare un test universitario, -quando le dissi dammi la possibilità di dimostrarti quanto ti sbagli a pensare questo di me.. mi disse “non devi dimostrarlo a me, con la prossima fidanzata starai più attento”. Minacce continue della fine del rapporto e in un paio di occasioni mi ha anche alzato le mani addosso. Poi capendo che non poteva continuare tutto questo smisi eliminai alcuni impegni e cambiai lavoro cercando di ritagliarmi un po di spazio, ora era lei l’impegnata. Lei ha iniziato ad accusarle per colpa mia dopo che ci siamo lasciati la prima volta nel 2014 dopo due anni perché per colpa di una mia ex io ero caduto a sentirla spesso senza dirgli nulla e lei ovviamente quando lo ha saputo ci è rimasta male e la inteso come un tradimento (non ha tutti i torti) e mi lasciato, si è messa subito con un altro ragazzo e poi un susseguirsi di altri per colmare me. Fammi sapere. PENSARE CHE DEVI RESTARE PERCHE PER AIUTARE IL TUO PARTNER. Oppure ne soffrirebbe ancora di piu vedendo quanto sono disperato?? Quello che posso dirle è che in questa relazione si sono create delle dinamiche distruttive : lui la fa sentire insicura, critica, è freddo, lascia senza spiegazioni..perchè vuole tornare con lui? forse ho commesso errori che l’hanno fatta disinnamorare? Il sesso è stata la cosa più incredibile mai provata le emozioni l’amore. Anche se lei non torna con me, vorrei credere che la nostra storia e’ stata anche speciale per lei, che sono stato importante nella sua vita (due anni e mezzo). Purtroppo quando ci sentiamo fatalmente attratti da una persona che ha una personalità poco sana è perchè questa va ad incastrarsi con delle nostre ferite e dei nodi irrisolti. Lei provava a limitare alcune cose, io NON LE HO MAI DETTO DI NON FARE QUALCOSA, Da un giorno all’altro, non la riconosco più: distaccata, dice di non riuscire ad andare avanti, che la sua felicità viene “rubata” da questi pensieri di insoddisfazione e risentimento che sono come una droga. Io non volevo e non voglio dare nessuna etichetta psicologica o psichiatrica, non mi permetterei mai poiché non sono un esperto in queste tematiche. Per carità. lullabymu. Mi avrà mai amato veramente? Le ipotesi sono diverse ma qui non mi sembra che siamo nell’ambito di una patologia. ma nn ce la faccio mai, ho sempre paura a farlo perche lei mi dice sempre che senza di me non ce la fa ad andare a vanati. Grazie di tutto. Mi accusava di aver fatto cose tremende, di essere un egoista di non aver pensato a lei citando fatti e avvenimenti completamente stravolti e manipolati, ovviamente era tutto falso e inventato ma non gliel’ho detto limitandomi a difendermi portandole prove, ma lei non voleva prove, si fidava della sua sensazione che in quel momento era la sua legge. Mi chiama sul cell dicendosi profondamente dispiaciuta per la sua improvvisa sparizione e giustificandosi col fatto che si era sentita in qualche modo rifiutata poiché non percepiva da parte mia un reale interesse. Lui ha intensificato, peraltro, la nostra frequentazione, chiedendomi sempre più spesso di “invadere” i suoi spazi, cosa che poi ha usato come alibi sostenendo che più entrava in intimità con me, più questo lo faceva sentire male, vuoto, in colpa con se stesso. Dal ricevimento del ricorso giudiziale, il marito aveva preso a trattarla malissimo davanti alla figlia per poi passare a vere e proprie minacce di morte a lei a me, a mio figlio e verso anche la propria figlia qualora mi avesse incontrato. E non mi consola pensare ai miei successi professionali e alla stima sincera dei miei tanti amici. vuole che io conosca i suoi figli..si lamenta perché non sto sempre con lui. Non volevo annullare subito e totalmente la mia vita e le mie abitudini per questa nuova storia. Cara Stella, non si possono fare delle diagnosi via internet e non ho elementi per stabilire se il suo ragazzo sia o non sia borderline ( ricordo che si tratta di un grave disturbo che crea problemi in altri ambiti dell’esistenza e non solo nella relazione). Grazie, Purtroppo se ha veramente questo disturbo, non è capace di fare autocritica e tenderà a ripetere sempre lo stesso schema in tutte le relazioni che avrà. penso di aver avuto a che fare con un soggetto borderline, mi piacerebbe avere i vostri pareri. non farmi più sentire (abbiamo anche il problema della casa per cui lui mi ha detto che pagherà sei mesi di affitto ancora) posso riavvicinarlo, come? Durante il mese di aprile comunque ci sono stati degli avvicinamenti ma lei cmq non è sicura di voler ritornare con me. Sfortunatamente non c’è nulla che lei possa fare se non aspettare che la sua ragazza si riavvicini da sola. Vi siete lasciati altre volte ma siete sempre ritornati insieme,perciò speri che anche questa volta si tratti di solo di un periodo di crisi e che il tuo partner torni sui suoi passi come sempre. In poche righe non è possibile avere una visione obiettiva della situazione..ma perché lei è convinto che la sua ex abbia bisogno di aiuto? Non so cosa pensare: se la fine è stata “subdola”.. lo strascico è stato crudele, ingiusto. Quel comportamento assurdo e illogico mi confermava, purtroppo, quello che avevo già intuito da giorni. E’ stata una relazione a distanza e ogni volta che dovevamo separaci era molto doloroso per entrambi. E siccome ci son stata tanto male da tornare a fare un salto dal mio medico, anche lui s'è mostrato d'accordo con me in questo senso. Dicendo che era giunta alla consapevolezza che la nostra era una storia finita e che lei non era tagliata per il matrimonio e per l’accudimento del bambino. Spesso mi accusava di essere bipolare). Ho cominciato a sospettare e praticamente ho scoperto che tutte le sere si ubriacava pesantemente con sconosciuti in un bar sotto casa oltre a “spaccarsi di canne” come mi disse una sera con orgoglio. Ecco secondo me in generale aveva molta facilita’ ad abbandonare le persone che gli volevano bene. Questi farmaci le impedivano, tra le varie cose, di avere una normale vita sessuale. Documento del 15 marzo 2017 2 | 15 ABSTRACT La recente pubblicazione di una sentenza della Corte di Cassazione che dichiaratamente smentisce gli orientamenti interpretativi in precedenza manifestati in materia di imposizione indiretta degli atti di quella giusta, salvo poi rendersi conto del contrario dall’oggi al domani.