Tale limite, inizialmente ritenuto illegittimo ed ingiustificato, fu oggetto di numerosi ricorsi da parte di coloro che ne erano stati esclusi, ma è stato considerato legittimo dai giudici amministrativi (TAR Lazio, sentenza n. 3207 del 2016), in quanto tali disposizioni “siano oggettivamente e ragionevolmente giustificate da finalità legittime, quali giustificati obiettivi della politica del lavoro, del mercato del lavoro e della formazione professionale, qualora i mezzi per il conseguimento di tali finalità siano appropriati e necessari”. n. 150 del 2009, che fissa in 3 anni la vigenza delle graduatorie dei concorsi per il reclutamento del personale presso le amministrazioni pubbliche, facendo salvi i periodi inferiori previsti da leggi regionali e le ulteriori proroghe disposte ex lege. Commento all’art. Sicilia, Sez. Infatti, all’incertezza iniziale dell’esito della selezione si aggiunge, ormai quasi per tutte le selezioni pubbliche, quella relativa all’esito dei procedimenti giudiziari che sono attivati – quasi come se fossero congeniti alla procedura – addirittura prima, durante e soprattutto dopo la pubblicazione della graduatoria definitiva dei vincitori del concorso, per le più svariate ragioni[17]. 5 del d.P.R. Ecco, quindi, da dove discende la giurisdizione del G. A. sull’annullamento dei concorsi pubblici. [27] Per un approfondimento sul tema si rinvia ad un proprio precedente scritto, al seguente link: https://www.diritto.it/listituto-della-restitutio-in-integrum-nellambito-dellesercizio-dellazione-disciplinare-nel-pubblico-impiego-natura-retributiva-e-non-risarcitoria-allesit/, [28] Per un ulteriore approfondimento tematico sul danno da perdita di chance, nello specifico sul problema della consistenza giuridica ed economica della chance alla luce della recente sentenza della Cassazione, Sez. n. 81 del 2006, sent. Stato, sent. Ad esempio, sulla tematica qui affrontata si è pronunciata di recente anche la Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n. 21528 del 20 agosto 2019 con la quale ha fissato il seguente principio di diritto che conferma tutto quanto si qui illustrato: “nell’impiego pubblico contrattualizzato, poiché alla stipula del contratto di lavoro si può pervenire solo a seguito del corretto espletamento delle procedure concorsuali previste dall’art. Xxxxx, dovendo assicurare il raggiungimento dei risultati finali, ad esso assegnati dal vertice politico dell’Ente, mediante la fissazione di obiettivi ai singoli dirigenti, che, non a caso, costituiscono il contenuto essenziale della funzione e sono oggetto di specifica responsabilità (cd dirigenziale) ex art. : Cons. 27 (“Divieti di discriminazione nell’accesso al lavoro”) del D. Lgs. un esempio potrebbe essere un bando di concorso … Segnala come messaggio inopportuno . Il Collegio in quel caso non ha nemmeno ritenuto applicabile il potere riduttivo dell’addebito stante la gravità dei fatti (Corte dei conti sez. mm., che prevede la possibilità di conferire incarichi di funzioni dirigenziali a tempo determinato e con contratti di diritto privato, “fornendone esplicita motivazione, a persone di particolare e comprovata qualificazione professionale, non rinvenibile nei ruoli dell’Amministrazione”, nel rispetto delle percentuali ivi indicate. Infatti, anche per consolidata giurisprudenza:“la procedura concorsuale, infatti, termina con la compilazione della graduatoria finale e la sua approvazione, spettando alla giurisdizione ordinaria il sindacato, da esplicare con la gamma dei poteri cognitori del giudice civile, sui comportamenti successivi, riconducibili alla fase di esecuzione, in senso lato, dell’atto amministrativo presupposto” (cfr. Si è data attuazione al dettato di cui all’art. n. 165/01 che stabilisce l’obbligo per i vincitori di concorso di permanere per non meno di 5 anni nella sede di prima destinazione e quelle al successivo comma 5-ter, introdotto dall’articolo 3, comma 87 della Legge n. 244 del 2007 e modificato nel secondo periodo dall’art. a) del d.lgs. n. 215 del 2009 e sent. 198/2006 (“Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, a norma dell’articolo 6 della legge 28 novembre 2005, n. 246”); l’art. [23] Il bando è stato dichiarato illegittimo in ragione della previsione, nello stesso, della clausola di riserva del 50% dei posti agli interni già nella singola fase delle prove preselettive del concorso. Mi piace Non mi piace : paolopaolo Messaggi: 3104 Data d'iscrizione: 12.10.10: Titolo: Re: Maiuscolo al Concorso causa di annullamento? di reclutamento del personale degli apparati pubblici. 63 del D. Lgs. Xxxxx, responsabile unico del procedimento (RUP), che ha curato l’istruttoria e predisposto il bando di concorso, e dall’avv. La notificazione degli atti di accertamento delle sanzioni amministrative di cui alla L. 689/1981 - 8 May 2018; Il divieto di scorrimento di graduatorie di concorsi espletati prima del D.Lgs. I concorsi pubblici sono un’occasione importante per i disoccupati della nostra città, da anni non vengono espletati e questa poteva essere un’importante occasione per i nostri giovani, laureati e non, di poter conquistare per merito un posto pubblico, senza necessariamente emigrare al nord o chiedere il “supporto” al politico di turno. 97 della Costituzione. n. 487/1994, la mancanza o l’illegittimità delle richiamate procedure si traduce in un vizio genetico del contratto, affetto, pertanto, da nullità, che l’amministrazione, in quanto tenuta a conformare il proprio comportamento al rispetto delle norme inderogabili di legge, può fare unilateralmente valere, perché anche nei rapporti di diritto privato il contraente può rifiutare l’esecuzione del contratto nei casi in cui il vizio renda il negozio assolutamente improduttivo di effetti giuridici. Separazione personale dei coniugi: reclamabilità dei provvedimenti ex. Testo Unico del Pubblico impiego – T.U.P.I.) restitutio in integrum[27] (comprensiva di t.f.r. [20] L’art. Twitter. © Codice Concorsi Pubblici – 2018 - Riproduzione Riservata, Effettua il Login o Registrati al portale per scaricare la documentazione allegata. 710 comma 3 c.p.c. 23). Sez. Fac simile istanza correzione graduatoria concorso pubblico. Pertanto, la giurisdizione del G. A. va dalla pubblicazione del bando di selezione all’approvazione della graduatoria finale dei vincitori (e degli eventuali idonei), e non si estende a tutte le vicende che seguono la detta approvazione, che quindi saranno di competenza del G. O., stabilendo così una precisa scansione temporale nel segnare il confine tra gli ambiti di cognizione dei due diversi Giudicanti. 28 bis del Testo Unico sul Pubblico Impiego, riguardante, unitamente all’art. su www.maggiolieditore.it. Dunque bisogna fugare ogni dubbio circa la valenza erga omnes degli effetti dell’annullamento in sede giurisdizionale di un bando e ciò è correlato alla natura giuridica dello stesso che com’è notorio è atto generale, al pari di un regolamento, ma da questo si differenzia per essere privo degli ulteriori caratteri dell’astrattezza e della innovatività necessari a qualificare l’atto normativo e quindi il regolamento (per tutte: Consiglio di Stato, sezione sesta, Sentenza 11 giugno 2018, n. 3541, che non si discosta dal decisum di cui alla pronuncia  C.d.S. un., n. 20126 del 2005; Cons. In particolare, «l’area delle eccezioni» al concorso deve essere «delimitata in modo rigoroso» (sent. I, 18 marzo 2011, n. 258; T.A.R. Dal lato dei partecipanti, durante l’espletamento della procedura concorsuale si ha un interesse legittimo a che vengano applicate e rispettate tutte le disposizioni regolanti la stessa, solo successivamente al superamento della procedura i vincitori acquisiscono un diritto soggettivo tutelabile dalle norme del codice civile e da quelle negoziali (CCNL) innanzi al G. O. In quanto al riparto di giurisdizione in materia di impiego pubblico privatizzato, il legislatore all’art. A tal riguardo, si potrebbe anche sostenere, stante lo strettissimo rapporto venutosi a creare negli ultimi decenni tra concorsi e ricorsi nonché l’elevato grado di alternanza raggiunto in alcuni settori (ad esempio la faglia che si è aperta nel sistema di reclutamento dei docenti e dei dirigenti scolastici[18]), che ad oggi ai ruoli della pubblica amministrazione si accede mediante concorso[19], ma laddove in prima battuta non si riuscisse per tale via ordinaria, si riprova, ed il più delle volte si riesce, a rimettersi in gioco per il tramite di un ricorso. Invero la funzione dirigenziale del Xxxxx si distingue dalle altre proprio per le maggiori responsabilità connesse all’incarico di direzione generale del Dipartimento al cui interno si colloca la Direzione presieduta dall’avv. Abuso di posizione dominante e il giudice competente: il caso Booking.com, Progettazione in materia di lavori pubblici tra potere gestorio e potere politico, Ancora sulla posizione del proprietario incolpevole nel caso di abbandono incontrollato di rifiuti di cui all’art. Lavoro, n. 5478/2019: https://www.giustamm.it/bd/giurisprudenza/24881. Esperto locale. Una siffatta cautela, oltreché evidentemente rispettosa della legge statale, avrebbe evitato le spese per l’imponente contenzioso che la Regione Lombardia si è trovata ad affrontare” e che “in ogni caso il TAR ed il Consiglio di Stato hanno accertato l’illegittimità del concorso con motivazioni diffuse e puntuali …. l'annullamento dell'intera procedura concorsuale presuppone che vi siano dei vizi di legittimità nel bando di concorso o in altri provvedimenti susseguenti, che inficiano l'intera procedura in quanto vengono a porsi in contrasto con norme di legge. Stato, sez. 1, comma 2, del D. lgs. Tale sentenza segue la falsariga di quanto già deciso da altri collegi della Corte dei Conti in tema di concorsi pubblici, quando sia evidente una “negligenza” da parte di pubblici funzionari nell’ambito delle stesse procedure: si veda ad esempio la  recente sentenza n. 311 del 27/07/2017 della Corte dei Conti per la regione Campania che ha condannato il responsabile del procedimento di una procedura concorsuale per non aver esperito, prima di bandire un concorso pubblico, le procedure di mobilità obbligatoria e volontaria previste dalla Legge (art. I, 21 novembre 2006, n. 5446). I app. Va pertanto respinto il tentativo del Xxxxx di escludere un suo coinvolgimento nella vicenda in quanto mero attuatore della sola volontà politica dovendosi rimarcare, invece, che, nella sua qualità di responsabile del Dipartimento, era tenuto a verificare proprio la legittimità del provvedimento emesso dal direttore avv. Pensate che il collegio amministrativo, smontava nel completo le valutazioni della commissione esaminatrice,  concludendo le motivazioni della sentenza di annullamento con l’assunto che “la valutazione da parte della commissione esaminatrice è fondata su un presupposto di fatto errato e radicalmente irrazionale, irragionevole, manifestamente illogica e discriminatoria e gravemente scorretta”. 3) La fase di predisposizione della graduatoria finale: ad esempio, il mancato riconoscimento di un punteggio aggiuntivo per titoli posseduti dal candidato o per situazioni personali che danno diritto a tale punteggio (ad esempio, titoli di preferenza di cui all’art. Puglia Sez. n. 293 del 2009, sent. III, Sent. sez. Il fondamento dell’intero impianto normativo è certamente il principio costituzionalmente sancito secondo il quale: “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge[1]” (Carta Costituzionale all’articolo 97, comma 4). di Andrea Bufarale. I, n. 1436 del 30 maggio 2014; T.A.R. e), art. Pertanto il legittimo annullamento in autotutela del concorso interno sulla cui base era stato poi stipulato il contratto di lavoro, consente alla P.A. civile, sez. Concorsi pubblici ed opportunit� di lavoro, formazione e guadagno. La precedente disciplina generale sui concorsi per l’accesso ai pubblici impieghi, di cui all’articolo 2, D.P.R. Annullamento del concorso pubblico per la copertura di sessantanove posti di dirigente Si comunica la pubblicazione nel sito internet dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli www.adm.gov.it ai sensi dell'art. Puglia, Lecce, Sez. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a, I requisiti generali e i limiti all’accesso ai concorsi pubblici. [8] Registrata alla Corte dei conti il 22 maggio 2018 Reg.ne – Prev. Marche, Sez. Va così risarcita la perdita di essa, ove sussista la lesione di un interesse giuridicamente tutelato, avendo la pretesa di risarcimento a oggetto non un danno futuro e incerto ma un danno attuale, quale è appunto la perdita dell’occasione favorevole. 19 del D. Lgs. Danno da perdita di chance lavorativa e responsabilità della PA. Appare doveroso iniziare ad affrontare l’ampia tematica dei concorsi pubblici e, in particolare, dell’aspetto patologico della caducazione degli stessi, con una breve disamina del vastissimo quadro normativo vigente di riferimento che a partire dagli inizi degli anni novanta ha subito notevoli evoluzioni. AVVISO ANNULLAMENTO PROCEDURA DI CONCORSO PUBBLICO. Infatti, la cd. II 12.12.2001 n. 7896; Cass., SS.UU., n. 7859/2001; Cass., SS.UU., n. 8595/1998). Sicilia n. 156/1992, sez. : Cons. COMUNE DI ROCCARAINOLA - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 76 del 29-09-2020 l'atto numero 20E10019: Annullamento del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di istruttore contabile, categoria C1, a tempo indeterminato e pieno. [16] Le procedure di reclutamento ordinario sono avviate da ciascuna amministrazione sulla base di un documento di programmazione triennale del fabbisogno, redatto ai sensi dell’art. [15] Al riguardo si segnala la decisione del TAR, Sicilia-Palermo, Sez. I, è stato interessato da tali questioni e ha pronunciato la sentenza n. 46 del 31/01/2019[26], precisando che: “Il pregiudizio patrimoniale patito a causa dalla condotta colpevole della P.A., è senz’altro risarcibile a tenore dell’art. 23 e seguenti del d.p.r. L’annullamento della nomina del vincitore di un concorso per vizi riguardanti unicamente la sua valutazione, non implica la rinnovazione dell’intera procedura concorsuale, non incidendo l’illegittimità consumata nè sul bando nè sugli atti successivi, per cui si deve procedere alla nomina del secondo classificato (cfr. Io cercando su google ne ho trovato una ma non mi è ben chiaro che cosa copre. 51 del D. Lgs. Collective Volumes- 8/2019 , risp. [11] Indetto con determinazione presidenziale n. 163 del 7 novembre 2017 e modificato e integrato con determinazione presidenziale n. 171 del 22 novembre 2017, il cui bando di concorso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie speciale “Concorsi ed esami”, n. 90 del 24 novembre 2017. Per saperne di piu'. n. 165/2001, attuativo del principio costituzionale affermato dall’art. Mentre per partecipare ad un concorso si devono possedere i requisiti previsti dal relativo bando di selezione, adire l’autorità giudiziaria lo si può fare sin dalla pubblicazione del bando a dopo la pubblicazione della graduatoria finale. 35, comma 1, del d. lgs. lav., n. 194 del 08/01/2019, Cassazione civile sez. di Andrea Bufarale. e 109 ss; – B. G. MATTARELLA, Burocrazie e riforme. n. 9/2010 e sent. 34, comma 3, c.p.a. 97 Cost., alla partecipazione dei soggetti forniti dei requisiti sostanziali prescritti” (conformi: T.A.R. : il primo conosce di diritti soggettivi mentre il secondo di interessi legittimi, fatta eccezione per alcuni casi di giurisdizione esclusiva nei quali tale autorità ha competenza anche in relazione alla violazione di diritti soggettivi[20] (Ex multis: T.A.R. Le ultime notizie, Partecipazione a distanza dell’imputato nel processo penale, Emergenza Coronavirus: misure restrittive per tutta Italia nuovo decreto, I debiti ereditari dall’apertura della successione, Ministero della Giustizia: concorso per 400  direttori uffici giudiziari. 192 del Codice dell’Ambiente e sul diritto al risarcimento nel caso di ripristino spontaneo dello stato dei luoghi. Si avvisano i partecipanti alla prova scritta del concorso per titoli ed esami relativa al “BANDO DI CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI PER LA COPERTURA DI UN POSTO DI AGENTE DI POLIZIA LOCALE – CAT. 4, comma 45, è stato introdotto il pagamento[12] di un “diritto di segreteria[13]” a carico dei partecipanti ai concorsi pubblici per la copertura delle spese della procedura per il reclutamento del personale  dirigenziale  delle  amministrazioni  pubbliche   di   cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001[14], con la previsione di esclusione delle regioni, province autonome, enti, di  rispettiva competenza, del Servizio sanitario nazionale ed agli enti locali. In caso di annullamento di concorso pubblico, i componenti della commissione sono colpevoli di danno erariale. Stato n. 3169/01; idem n. 1261/04; idem n. 5500/04; idem n. 478/05). Le eventuali prove preselettive seppur siano fase preliminare allo svolgimento del concorso devono essere improntate ai canoni di trasparenza ed imparzialità. [25] Si legge in sentenza: “Tanto premesso, i Requirenti …. Le (poche) novità e le (molte) aporie della disciplina del lavoro a tempo determinato e delle collaborazioni autonome nel settore pubblico”, in Caruso (a cura di), “Il lavoro pubblico a vent’anni dalla scomparsa di Massimo D’Antona”, in WP C.S.D.L.E. I, 6 giugno 2009, n. 475; T.A.R. [4] Regolamento recante modificazioni al regolamento sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e sulle modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nel pubblico impiego, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487. Tale selezione pubblica è stata oggetto di molti ricorsi dai potenziali candidati che non in possesso del requisito obbligatorio della certificazione della lingua. III, 6/07/2016, n. 3005). 30 marzo 2001, n. 165, aggiornato al decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75. La Suprema Corte di Cassazione riafferma il principio di solidarietà post- coniugale; Licenziamento: è possibile nel periodo di emergenza? In particolare il Supremo Consesso ha rilevato l’esegesi strumentale (significativamente definita “confusione logica”) da parte della Regione, delle richiamate norme sui pubblici concorsi volte ad aggirare le forme di pubblicità più ampia “sperimentate e costituzionalmente dovute (art. COMUNE DI ANACAPRI - pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 96 del 11-12-2020 l'atto numero 20E13459: Annullamento del concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di tre posti di istruttore tecnico, categoria C, a tempo indeterminato e pieno, con diritto di riserva ai … SS. La mancata impugnazione della graduatoria finale di un concorso si risolve in un profilo di improcedibilità del ricorso rivolto avverso il provvedimento di esclusione dello stesso, in quanto, per i pubblici concorsi, l’atto finale costituito dalla delibera di approvazione della graduatoria, pur appartenendo alla stessa sequenza procedimentale in cui si colloca l’atto che determina la lesione del ricorrente, non ne … V 12 ottobre 2002 n. 5514). 20 della L. 104/1992 sulla partecipazione dei portatori di handicap ai concorsi pubblici e l’art. [3] Regolamento recante norme sull’accesso agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni e le modalità di svolgimento dei concorsi, dei concorsi unici e delle altre forme di assunzione nei pubblici impieghi. Stato, n. 181/2012; TAR Calabria nella sentenza 709/2017; Ciò anche per i concorsi interni: Consiglio di Stato Sez. In tal senso si è anche espressa, tra le altre autorità giurisdizionali, la Corte Costituzionale che ha dichiarato illegittime molte norme, adottate soprattutto dalle Regioni, in materia di stabilizzazione di personale precario ovvero relative all’accesso alla dirigenza, proprio per la violazione del dettato costituzionale di cui all’art. Le comuni vicissitudini dei concorsi pubblici – 3.1  Giurisdizione sull’annullamento: giudice ordinario o amministrativo? Aggiornato 13/01/2019. Tale orientamento della giurisprudenza contabile è confermato anche da altre sentenze di altre due diverse sezioni della Corte dei conti, come ad esempio la sentenza n. 311 del 27/07/2017 della Corte dei Conti per la regione Campania che ha condannato il responsabile del procedimento di una procedura concorsuale per non aver esperito, prima di bandire un concorso pubblico, le procedure di mobilità obbligatoria e volontaria previste dalla Legge (art. Stato IV, 18.11.2011 n. 6103; Cass. n. 165/2001 o, per le qualifiche meno elevate, nel rispetto delle modalità di avviamento di cui al combinato disposto del richiamato art. Diritto.it è il portale giuridico online di riferimento per i professionisti, aggiornato con la più recente giurisprudenza, Prodotti e servizi per Pubblica Amministrazione, Professionisti ed Aziende, Per la tua pubblicità sui nostri Media: [1] È prevista, quindi, una riserva di legge e le ipotesi in cui si può derogare alla procedura concorsuale pubblica sono da considerarsi delle vere e proprie eccezioni. Un precedente analogo è da rinvenire nella pronuncia della Corte dei Conti per la Regione Lazio n. 18 del 10/01/2018, con la quale i magistrati contabili hanno condannato a rimborsare all’Ente comunale le spese legali sborsate per i giudizi amministrativi promossi dai dipendenti del Comune stesso e a titolo di differenze economiche corrisposte agli stessi a seguito dell’annullamento degli atti di una procedura concorsuale a causa delle errate valutazioni delle prove da parte della Commissione con conseguente revoca della nomina del primo classificato. 3 della legge 12 marzo 1999 n. 68 che prevede una specifica disciplina in materia di avviamento al lavoro delle categorie protette, la cui copertura delle quote d’obbligo è garantita anche in deroga al regime delle assunzioni. 7 d. lgs. La graduatoria finale di un concorso pubblico può essere annullata: questa decisione spetta o all’Amministrazione interessata, oppure al Tribunale Amministrativo. e-ter) possibilità di richiedere, tra i requisiti previsti per specifici profili o livelli di inquadramento, il possesso del titolo di dottore di ricerca, che deve comunque essere valutato, ove pertinente, tra i titoli rilevanti ai fini del concorso” (comma 3). La lesione della chance, quindi, comporta un danno valutabile in relazione alla probabilità perduta, piuttosto che al vantaggio sperato (ex multis: T.A.R. Per un approfondimento sul tema della sorte del contratto di lavoro a seguito di annullamento della graduatoria concorsuale, le relative questioni e le tesi contrapposte, si consiglia di consultare il seguente link: http://www.salvisjuribus.it/la-sorte-del-contratto-di-lavoro-a-seguito-di-annullamento-della-graduatoria-concorsuale/. 4, comma 15). Altrettanto velleitarie appaiono, infine, le argomentazioni del Xxxxx che, nella veste di RUP, è tenuto a valutare le condizioni di ammissibilità, i requisiti di legittimità e i presupposti per l’emanazione dei provvedimenti, disponendo il compimento degli atti all’uopo necessari e ogni misura per lo svolgimento dell’istruttoria”. 19, comma 6, d.lgs. Ai fini della risarcibilità della cosiddetta perdita di chance, in conseguenza dell’illegittima esclusione di un candidato da un concorso pubblico, questa deve essere valutata, caso per caso, considerando la probabilità che l’interessato aveva, se legittimamente ammesso alla procedura, di risultare vincitore del concorso e quindi di beneficiare della relativa assunzione nel posto pubblico messo a concorso (cfr. Sulla base di queste gravi motivazioni, si muoveva la procura regionale della Corte dei Conti citando per danno erariale i componenti della commissione pari a tutte le spese patite dall'amministrazione come il pagamento delle spettanze ai vincitori del concorso assunti, spese legali sopportate dall'amministrazione e spese a cui la Pa è stata condannata in sede di ricorso nei confronti dei ricorrenti, oltre al pagamento dei compensi corrisposti alla stessa commissione. 3 maggio 1994, n. 487, individuava, tra gli altri requisiti generali, quello della età non inferiore agli anni 18 e non superiore ai 40. Redazione - 4 Aprile 2012. Legge Madia) in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche, ha introdotto l’articolo 35, comma 5.2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 che prevede l’emanazione di “linee guida di indirizzo amministrativo sullo svolgimento delle prove concorsuali e sulla valutazione dei titoli, ispirate alle migliori pratiche a livello nazionale e internazionale in materia di reclutamento del personale, nel rispetto della normativa, anche regolamentare, vigente in materia”. Chi partecipa ad un concorso pubblico e rileva vizi di legittimità e procedurali può fare ricorso e impugnare graduatoria finale. Relativamente alla requisito della conoscenza di una lingua straniera, si rileva che tale previsione è stata introdotta alla lett. Telegram. n. 165 del 2001, che richiede che la professionalità vantata dal soggetto esterno individuato intuitu personae non sia rinvenibile nei ruoli dell’amministrazione. Cosa succede se non mi presento ad un concorso pubblico? Atto di annullamento in autotutela del concorso pubblico per il reclutamento di quattrocentotre dirigenti di seconda fascia IL DIRETTORE DELL’AGENZIA in base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE: 1. Ai sensi dell’art. 97, comma 2, Cost). [6] Regolamento recante riordino del sistema di reclutamento e formazione dei dipendenti pubblici e delle Scuole pubbliche di formazione, a norma dell’articolo 11 del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135. Nei Concorsi pubblici la graduatoria può essere annullata di ufficio, in autotutela, o dopo la decisione della giurisdizione amministrativa Emilia Romagna, Sez. Ciò in quanto, oltre alla lesione soggettiva causata ai concorrenti a fronte dell’insorgenza di un significativo affidamento unitamente alla perdita di chance[22], intesa – nell’accezione più stringente all’aspetto trattato – come quell’investimento in termini di vita e – nella comune accezione – la relativa perdita della possibilità di conseguire un risultato (tra le altre Cassazione civile sez. In sostanza, per la Procura, “in presenza di dette cristalline coordinate normative e giurisprudenziali è certamente illecito e connotato da «colpa grave», per non dire da «dolo», il comportamento del Presidente Xxxxxx XXXXXX, politico con una lunga esperienza di amministratore che ha sempre tenuto saldamente in mano “la regia dell’intera procedura concorsuale” (significativa in proposito è la “Comunicazione del Presidente alla Giunta nella seduta del 21 novembre 2007”, all. Un concorso pubblico per operatore informatico indetto dalla Regione Calabria veniva annullato da parte del giudice amministrativo; in conseguenza di tale annullamento, il Segretario Generale del Consiglio Regionale della Calabria disponeva con determinazione la caducazione automatica dei rapporti di lavoro dei vincitori del concorso. Lazio Roma III-bis, 5.1.2018 n. 71; Cass. Fa d’uopo precisare, da ultimo, che in quanto agli effetti dell’annullamento del concorso pubblico, vige il consolidato principio di diritto secondo il quale “l’annullamento si deve intendere disposto nei soli confronti di coloro che abbiano proposto il ricorso, poi accolto” (per tutte le pronunce in tal senso: Consiglio di Stato, sez. La cosa pregiudica altre eventuali domande future in questi o altri comuni? [10] Le certificazioni sulla base del sistema di esami diffuso a livello internazionale che le amministrazioni procedenti, normalmente, possono richiedere sono connesse al Quadro comune europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue – QCER o Common European Framework of Reference for Languages – CEFR ovvero delle certificazioni informatiche del tipo ECDL (European Computer Driving Licence) che si è evoluta in ICDL (International Certification of Digital Literacy) ovvero EIPASS (European Informatics Passport, ovvero Passaporto Informatico Europeo). Numerose e diverse sono state le pronunce del Giudice Amministrativo:  In un primo caso, infatti, il TAR Lazio con decreto n. 06807 del 18/12/2017 ha accolto un ricorso proposto, invece in un secondo caso, il TAR Lazio ha rigettato un ricorso con sentenza n. 1206 del 01.02.2018, ritenendo che “a seconda del profilo e delle competenze richieste, la conoscenza della lingua inglese di un certo livello può essere individuata anche come requisito di ammissione al concorso pubblico, come nel caso specifico in cui la figura specialistica di Analista del processo – consulente professionale è competente a svolgere funzioni di operatore internazionale, anche nei confronti di utenza di diversa nazionalità”.